MOSTRI (sacri) vs MOSTRI (e basta)
16 Novembre 2022
Foto alternative movie poster di Stalker Arancia meccanica di Andrei Tarkovsky | Adam Maida

Abbiamo scelto opere di artisti che hanno raccontato a modo loro un “mostro” per scoprire con grande stupore che la magia del cinema riesce a creare una narrazione speciale e preziosa tra vertici e fondi che si parlano e quasi si toccano.

LA MOSTRA INAUGURALE

MOSTRI (sacri) vs MOSTRI (e basta) 
a cura di Soggettiva Gallery

18 novembre 2022 – 14 gennaio 2023
Opening:  17 novembre 2022 – dalle ore 18.00

Una mostra-manifesto che presenta 10 opere inedite (in edizione a tiratura  limitata) appositamente realizzate da Daniel Drabek;  Francesco Casolari; Francesco Chiappara (Prenzy),  Silvia Cocomazzi,  Adam Juresko e Tiziano Pantano (Tizio 0.32) in dialogo con opere storiche della collezione della galleria.

*Un ringraziamento speciale a Simone Macchiocchi e l’ideazione di Tommaso Valsecchi

Mostri in Mostra

Con questa mostra siamo davvero voluti partire dall’inizio. I ”Mostri Sacri” è forse possibile evitarli?
Li hai idealizzati, li hai detestati, li hai studiati, li hai compresi, li hai ignorati, li hai ritrovati, li hai dimenticati? Non importa, loro sono lì, dentro di te e dentro a tutti quelli che il cinema lo amano e saranno anche alla mostra inaugurale di Soggettiva Gallery.
Ma se queste creature sono così prodigiose e portentose (“monstrum” appunto) perché mai non potrebbero parlare la stessa lingua degli altri “Mostri”?
Quelli delle favole e degli incubi, quelli che ci fanno paura e ci sgomentano, che ci meravigliano per le loro forme e nature a volte bizzarre o sgradevoli se non spaventosamente e sproporzionatamente gigantesche rispetto alle dimensioni umane.

Godard e Godzilla, Kurosawa e King Kong non hanno in comune solamente le iniziali; Bergman ha sicuramente incontrato un Uomo Lupo durante la gioventù, così come Fellini deve essere inciampato in una qualche Mummia. Spesso infatti nella storia del Cinema, i mostri “sacri” e quelli che lo sono davvero hanno coinciso, generando capolavori che influenzano l’arte attuale. Ad esempio, nel film Il silenzio degli innocenti, Hannibal Lecter è classificabile come Mostro (sacro) o come Mostro (e basta)?

Gli 80 di Martin Scorsese   

Ovviamente, inaugurando il 17 di Novembre sarebbe stato inimmaginabile pensare di trascurare un grandissimo Mostro Sacro del cinema, che quest’anno, esattamente in questo giorno, spegne 80 candeline.

Tanti Auguri Martin Scorsese e ancora grazie per i film che ci hanno accompagnato e quelli che arriveranno. Durante questa mostra omaggeremo il maestro con tre opere dedicate a tre suoi capolavori: Taxi Driver, Toro scatenato, Quei bravi ragazzi.

CHRIS BRAKE

Prima di passare al cinema, Chris ha lavorato come illustratore, esponendo spesso nelle rinomate gallerie d’arte della cultura pop di Los Angeles “Hero Complex Gallery” e “Gallery 1988”, producendo opere d’arte ufficiali per 20th Century Fox, Joss Whedon, Joe Dante e Roger Corman. Successivamente ha lavorato come assistente del dipartimento artistico per clienti come Virgin Media, Now TV, Little Mix e Jamie T. Il suo primo cortometraggio “Nest” è stato semifinalista al “Berlin Student Film Festival”, dove è stato nominato per il Premio della Giuria. 

Before moving on to film, Chris worked as an illustrator, often exhibiting in the renowned Los Angeles pop culture art galleries “Hero Complex Gallery” and “Gallery 1988”, producing official artwork for 20th Century Fox, Joss Whedon, Joe Dante and Roger Corman. He later worked as an assistant in the art department for clients such as Virgin Media, Now TV, Little Mix and Jamie T. His first short film “Nest” was a semifinalist at the “Berlin Student Film Festival”, where he was nominated for the Jury Prize.

STEPHEN LUROS HOLLIDAY

Da ragazzo ero appassionato di fumetti. Ho iniziato andando ai corsi di illustrazione di fumetti alla Heron Art School di Indianapolis. È stato solo al college alla School Of The Art Institute di Chicago che ho scoperto il mio amore per la serigrafia. Ho disegnato di tutto, dalle fan art, alle stampe dei film con licenza ufficiale, ai poster dei concerti. 

Il mio lavoro è stato esposto in varie mostre collettive dedicate a vari argomenti cinematografici. Ho lavorato con GalerieF a Chicago, Hero Complex Gallery, Gallery1988 e Creature Features a Los Angeles.

MAX DALTON

Max Dalton, illustratore, pittore e musicista e scrittore occasionale. Crea spesso illustrazioni per poster, libri, riviste, giornali, pubblicità e prodotti.Ha partecipato a molte mostre collettive e personali a New York, San Francisco, Los Angeles, Arizona, Parigi, Seoul e altro ancora. Il suo lavoro è apparso in molte riviste come The New Yorker, Monocle e O, The Oprah Magazine.

Max Dalton is an illustrator, painter, musician and writer. He often designs for posters, books, magazines, newspapers, advertisements and products. He has participated in many group and solo shows in New York, San Francisco, Los Angeles, Paris, Seoul and elsewhere. His work has appeared in magazines such as The New Yorker, Monocle and O, The Oprah Magazine.

OLIVIER COURBET

Olivier Courbet è un creativo multidisciplinare francese con sede a Los Angeles, California. Lavora con marchi, agenzie, studi cinematografici e startup di tutto il mondo tra cui Dreamworks, Paramount, Disney, Mattel, Will.I.AM e NBA.Ha vinto numerosi premi e il suo lavoro è stato descritto in vari libri e pubblicazioni di design tra cui Computer Arts, Logology, SXSW.

 

LAN LAWSON

Nan Lawson è un’artista e illustratrice con sede a Los Angeles. Si è laureata in regia cinematografica alla Syracuse University, ma dopo la laurea ha perseguito la sua passione per l’illustrazione. Ora ha unito il suo amore per il cinema e l’arte per dedicarsi alla cultura pop e alla locandina. Lavora nell’editoria e nell’industria dell’intrattenimento; crea libri illustrati e copertine di libri, oltre a opere d’arte e manifesti per film e televisione.

Ha lavorato con clienti tra cui Harper Collins, Audible, Random House, Hachette, Amblin Entertainment e Warner Bros.